La fontana dei poveri

Ultima modifica 6 aprile 2021

 Da tempo immemorabile sgorga nella zona collinare al confine dei comuni di Graffignana (LO) e Miradolo Terme (PV) uno zampillo d'acqua denominata in gergo popolare 'Fontana dei Poveri'. Stante la vicinanza con l'impianto termale di Miradolo (Terme di Miradolo) si presume che la Fontana dei poveri sia direttamente collegata con la falda di acque termali che sgorgano poco più a valle.
Il nome deriva dal fatto che la fonte è sempre stata di uso pubblico al contrario delle vicine Terme di Miradolo alle quali si poteva (e si può tuttora) accedere soltanto pagando.
La fonte ha sempre dissetato gli agricoltori ed i viticoltori che coltivano le nostre colline, ed attualmente numerosi cicloturisti di passaggio si riforniscono alla fonte; è anche un'ombreggiato luogo di ritrovo per i pensionati che trovano nella freschezza dell'acqua ristoro dalla calura estiva.
La particolarità dell'acqua che sgorga dalla fonte risiede nell'elevato contenuto di ferro: di seguito è riportato il referto dell'A.S.L. di Lodi incaricata dell'esame microbiologico dell'acqua della fontana.

1-Colore 0 mg/l
2-Torbidità 0 mg/l
3-Odore Sì di H2S
6-pH 7.0
7-Conducibilità a 20°C 523 uS/cm
8-Cloruri 9.0 mg/l
9-Solfati 30.1 mg/l
11-Calcio 90.5 mg/l
12-Magnesio 14.8 mg/l
16-Durezza totale 29.0 F
17-Residuo fisso a 180°C 374 mg/l
20-Nitrati (NO3) 1.4 mg/l
21-Nitriti (NO2) 0.00 mg/l
22-Ammoniaca (NH4) 0.00 mg/l
24-Ossidabilità 0.36 mg/l
26-Idrogeno solforato: presente
33-Ferro 2.000 ug/l
34-Manganese 210 ug/l
37-Fosforo (P205) 83 ug/l
48-Cromo 0.00 mg/l