Restituzione veicolo fermato o sequestrato

Ultima modifica 19 gennaio 2023

Restituzione veicolo fermato o sequestrato

 

I cittadini che devono chiedere la restituzione del veicolo posto sotto fermo amministrativo per infrazioni al Codice della Strada (ad esempio per guida con patente scaduta o guida del ciclomotore senza casco o con passeggero da parte di minori) si devono rivolgere all'Ufficio Polizia Locale negli orari di apertura al pubblico.
Nel caso invece che il veicolo sia posto sotto sequestro amministrativo (ad esempio, per mancanza dell'assicurazione e per veicolo non immatricolato), è necessario presentare istanza di dissequestro.

Restituzione di veicoli sottoposti a fermo amministrativo: quando siano decorsi i termini previsti dalla legge, indicati sul verbale di fermo, è necessario che gli interessati si presentino muniti del proprio documento di riconoscimento, del verbale di fermo, del verbale di contestazione . Persone diverse dal proprietario dovranno essere muniti di delega sottoscritta dal proprietario medesimo.

Restituzione di veicoli sottoposti a sequestro amministrativo: occorre presentarsi all'Ufficio Polizia Locale muniti del proprio documento di riconoscimento, del verbale di sequestro, del decreto di dissequestro, del verbale di contestazione. Per quanto concerne i veicoli sequestrati ai sensi art. 213 C.d.s. per mancanza copertura assicurativa, per ottenerne la restituzione è necessario provvedere al pagamento della sanzione, delle spese di rimozione e trasporto e alla riattivazione della polizza di responsabilità ciivle per almeno 6 mesi.

I cittadini che devono richiedere la restituzione del veicolo rimosso devono rivolgersi al Comando di Polizia Locale.
All'atto della restituzione il cittadino deve pagare in contanti la tariffa del carro attrezzi e dell'eventuale deposito direttamente all'autorimessa convenzionata. Può pagare direttamente allo sportello Polizia Locale la sanzione pecuniaria della violazione o attendere la sua notifica al domicilio.